Budino di marroni

Marroni o castagne, questo è il dilemma!

Un Regio Decreto del 1939 stabiliva le differenza fra la castagna, frutto della pianta selvatica, e il marrone, frutto della pianta coltivata e migliorata dagli innesti.

I marroni hanno frutti quadrangolari e sono in genere di dimensione maggiore rispetto alle castagne. In un riccio di castagna si possono trovare fino a sette frutti, mentre in uno di marrone al massimo tre e sono caratterizzati da un colore chiaro, con strisce più scure verticali.

Dal 1996 il nostro Marrone del Mugello è riconosciuto dalla UE come Indicazione Geografica Protetta – IGP, perché è rappresentativo dell’ecologia, dello scenario e delle tradizioni locali.

Se fino al primo dopoguerra il Marrone e la farina sono stati uno degli alimenti principali nella dieta della popolazione locale, oggi l’uso è completamente diverso. È un ingrediente ricercato e distintivo, per ricette tradizionali e innovative e trova posto in piatti dolci e salati.

Si tratta quindi di una grande risorsa del nostro territorio le cui doti venivano tessute già da Giovanni Giuliani, poeta satirico di Firenzuola, nel 1800:

Il miglior don che con paterna cura
Ci abbia dato il Signor son le castagne,
Il più dolce dei frutti addirittura
Che si possa trovar sulle montagne.
Re del cielo, al villan la scorza dura
Apritegli dal capo alle calcagne,
Che impari a questo frutto benedetto
A voler bene ed a portar rispetto.

budinodimarroni

RICETTA

Ingredienti :

  • Marroni lessati gr.200
  • Savoiardi gr.80
  • Maraschino o rum bianco ml.80
  • Burro gr.80
  • Zucchero semolato gr.50
  • Uova intere n.3
  • Burro e farina per lo stampo
budinodimarroni

Procedimento

Dopo aver lessato i marroni, passateli con il passaverdura e mettete la purea di marroni in una tegame di acciaio.

Unite il burro, lo zucchero semolato e mettete sul fuoco a fiamma bassa. Cuocete per 5 minuti continuando a mescolare per non farlo attaccare al fondo.

Togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Riducete i savoiardi in polvere e bagnateli con il liquore.

Quando il composto di marroni si è raffreddato unite la polvere di biscotti imbevuta di liquore, i tuorli uno alla volta e in ultimo, (stando attenti a non smontare il composto) gli albumi precedentemente montati a neve ferma.

Imburrate uno stampo da budino di cm.18 di diametro e spolverizzate con la farina. Versate il composto all’interno e cuocete a bagnomaria in forno a 170° per 40 minuti.

Fate raffreddare molto bene prima di sformare il dolce.

Servitelo con panna montata.

budinodimarroni

Pubblicato da patriziacarpinicooking

Patrizia Carpini vive a Barberino di Mugello e si occupa da anni di cucina. Dopo essersi formata con i più grandi cuochi e pasticceri d'Italia da qualche anno organizza corsi di cucina nel Mugello e cura una rubrica di ricette per il giornale on-line @ilfilodelmugello (https://intavola.ilfilo.net/category/cultura-e-lavoro/ricette/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.